E UNA VOCAZIONE NUDA


E una vocazione nuda
nella propria voce la colse:
era un suono esile e triste,
era una salmodia opaca

Solo un angelo pallido poi era,
ricercava la novazione,
come
quella cosa che sempre le veniva tolta…
tra gli ordigni – a carica cava-
e quei deviati sguardi.
E tutto invece non fu che una caduta,
una caduta lunga
– come nei sogni –
la Nequitia, quell’ordalia…

Annunci

Una Risposta

  1. ringrazio la cara IIMezzanotteII un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: