LEI NON CONOSCEVA ANCORA


La campagna era nuda
austera
nessun indizio di grazia,
niente altro che ramificazioni nere
– e di uno spessore scarno…

Con una vera compunzione
gli officianti del sangue
finalmente fecero il loro ingresso,
lei non conosceva ancora
i magri giardini,
la terribile indifferenza degli amanti:
e trovò la freschezza
– la nettezza- in quella febbre,
puramente atroce
-e implacabile-
come la vita di tutti i tempi.

Annunci

4 Risposte

  1. “Non fronda verde, ma di color fosco…” i “magri giardini” non richiamano l’età dell’oro ma piuttosto quella del ferro, l’età in cui ci troviamo ora, e dove sembra che dobbiamo espiare tutte le nostre colpe, soprattutto quella di vivere ancora, essendo la vita, oltre che una scelta continua, anche una malattia (una febbre) da cui non si guarisce che morendo…

  2. gentile Fulvio che bella aggiunta al già splendido commento fattomi!!
    ancora grazie

    un caro saluto

  3. ringrazio chi si è soffermato.lallaerre, Patrizia Bertelli,confinesenzainizio, giovanni baldaccini–
    un caro saluto a voi

  4. splendida! quel ‘nessun indizio di grazia’ rapisce. Non amo commentare. Penso che la poesia meriti un’ulteriore poesia che solo il silenzio sa scrivere. ti seguirò con grande attenzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: