UNA ARIA COLORE DI MALVA VI ERA


Una aria colore di malva vi era quel giorno,
lo sfondo era oscuro e irrisolto:
paregorici erano gli incubi,
nel colloidale crepuscolo…

La sua pelle era pallida,
invetrate come sotto alabastro
quelle spirali delle piaghe,
aborture piccole
in una loro viscosità vetriolica
– e fino nella macula.
Tornava lei allora a affermare
le sue condizioni di furore:
solo le trincee sotto la pioggia
per l’accerchiato uomo,
come una violazione sempre imminente
nella costolatura
nel fosforico osso…
( e in quelle certe segregazioni da vermicaio,
al di qua di tutti quei
fiori dai pistilli rossi)

Annunci

2 Risposte

  1. ringrazio molto e saluto: Carlo Galli, Emilia Barbato

  2. un saluto- e un grazie a :Giovanni Leone 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: