IL “PENSIERO PERVERSO” DI OTTIERO OTTIERI


IL PENSIERO PERVERSO

la depressione può essere ammirata,
come profonda sonda nell’esistente…

… Sii implicito, sempre più implicito.
L’ansia non offende nessuno.
I contenuti dell’ansia, sì…

…La fantasia non fantastica
più (tranne repressi barlumi) rischia,
bellezza e dolcezza.Teme unicamente/
il repentino cambio da sentimento a ossessione/
da desiderio a disperazione,
l’oggettivo attrito:
e il suo nero mito/ [Leggi tutto…]

…Integrazione di libido e destrudo/
unica speranza!
(Fu a lungo arato il rimosso,
erpicata la prassi)

…Si illude?
Il rimosso affiorato,
il miasma evaporato, la fogna
visitata, non danno certezza.
Predittivo è l’ossessivo; se lascia
il pensiero ossessivo, positivo
diventa, o sparuta paura!

…Finito il compiacimento che si prolunga
a coda di sorcio,
armonia, armonia, tutti dell’armonia sono grati
seccati dalla distonia.Corrono voci
di pietà, di condanna o follia:
quanto disgiunta è l’astratta foia,
la libido, l’investimento durevole
dalla illuminazione tenace
durevole, fitta, pervicace,
sovrano è il meccanico sconforto noioso.

Quanta paura patisce.
La fine del mondo è niente
rispetto alla paura del passo:
Egli cammina o giace dentro una pentola,
vive la pena di morte senza attendere morte,
s’imbuca in una tana lunghissima,
esce scoperto alla salita bianca,
ribalta il mondo ,
che resta diritto.
Ciò è l’inganno
della psiche orripilata, ciarliera.

Ma ha giaciuto all’indietro troppo volte
e solo,
anche camminando ha sostenuto coi denti
l’anima quotidiana sfondando il fango,
gli è troppo familiare il quotidiano aggirarsi,
il darsi da fare fintamente normale
dopo la blessura mortale
e il peso affondante del corpo,
o l’aggirarsi sferzato,
agghiacciato e svanito cupamente,
il balzo a scatti, l’urlo,
o la disperazione fissa, sdraiata.
Il mondo è pieno di lupi.
E’una lupa che gli ha stretto il braccio?
Allatta, giocherella, è matta?
Si ha colpa o non si ha colpa
dell’amore
terminante in orrore:
è fato o colpa?

…Nel crepaccio del costante segreto
non tollera, cela
nascosto nel fondo di un tubo
la barzotta vela
della tensione permanente.

Questi sono alcuni stralci tratta dal pometto”Il pensiero perverso” opera dello scrittore Ottiero Ottieri ( 1924/ 2002) pubblicato da Bompiani nel 1971, testo da me casualmente recuperato in biblioteca dopo essere stata colpita anni fa da una intervista all’autore sulle pagine culturali di un quotidiano nazionale.
Devo dire che sono rimasta assolutamente colpita da questa voce personalissima, e che parla oltretutto di un tema che non pare certo adatto a essere rappresentato poeticamente, visto che l’autore parla di uno stato molto affine a ciò che viene comunente inteso come depressione, e che forse sarebbe meglio definibile test “sconforto esistenziale pressocchè cosmico”
Il poemetto dovrebbe essere letto nella sua totalità e nella sua ricca complessità per meglio assaporarne la lucidità estrema dei sentimenti e dei contorcimenti mentali dovuti a questa “tensione permanente’, a questa “blessura mortale”che non lascia mai il il pensiero in stato di pace, cosa certo disagevole esistenzialmente ma che anche permette all’autore di farci vedere ( utilizzando una sovrapposizione di versi pressocchè labirintica e che si attorciglia morbosamente su se stessa per poi ricadere, e quindi ricominciare , determinando così un andamento irritante ma anche ipnotico, quasi a volerci irretire in spire ambigue) una realtà tormentante ma che davvero potrebbe servire come sonda dell’esistente, per fare conoscere maggiormente il mondo, il meccanismo della realtà. i processi mentali, compresi quelli più ostici.

per la biografia e l’intera opera ( che si esprime in più versanti, romanzi, raccolte poetiche, etc) un sito accurato è quello “ufficiale”:
http://www.ottieroottieri.it ( la biografia è curata dalla stessa figlia.)

.

Villa Dominica Balbinot

Questo mio articolo è comparso nell’aprile del 2008 su VDBD blog collettivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: