DI ALBERI COME RIVERSI


…E la voce si levò luttuosa
– e si snervò
come se un fascio di muscoli
fosse stato sezionato…
[ quella mano cadde verticalmente
simile alla mano d’alabastro di Amleto…]

In quelle bianche dimore rigide
crescevano sparse le altee rosate,
– nel fogliame giunto alla perfezione
-nel gonfiarsi dei bianchi fiori di magnolia
Selvaggia – e lirica
lei era affascinata dalla luce
opulenta,
e immaginava già quell’ora color di malva:
lì la mano e il ragazzo sembravano pietosi
bianchi e piccoli..,
Eppure attorno compariva un paesaggio strano
di alberi come riversi
-e ovunque era quella dubitazione,
nella notte colore di acciaio e giallo cinerino
-come in una sua collezione di solfuri-
l’acqua cadeva in gocce .

23 giugno 2018

Annunci

Una Risposta

  1. Ringrazio molto i lettori: Irene Rapelli- Chef V.- vengodalmare-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: