ANCHE GLI UOMINI PRENDEVANO FUOCO


(…Amavo i crepuscoli di marzo,
le pozze gelate color dello stagno,
quei piccoli tulipani opachi…)

Il sole tramontava dietro
l’orlo diritto dei boschi lontani,
gli alberi erano sullo sfondo
di un perfetto cielo …
Una rammemorazione vi era,
in quello splendore prigioniero,
ne la sua altera bianchezza (- perfetta-):
ne gli unici angoli lividi,
– nel bianco metallico e polveroso
dì un’erba ancora irrigidita-
pareva sostanziarsi una annichilazione
con tutte le sue piaghe mortali
-con la parola che diventava ossa
[Anche gli uomini prendevano fuoco]

Annunci

Una Risposta

  1. ringrazio e saluto Flavio Almerighi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...