LA LONTANANZA AZZURRA


In una grande giornata autunnale
splendeva( dietro i rami)
la lontananza azzurra,
con gli asteri che sporgono
sul recinto di ferro,
stelle di un fuoco di sangue
che scorre tutto attorno

in un silenzio di cardi e di muschi.
Splendeva,l’autunno azzurro
sulla impura terra:
una ferita aperta,
la eterna immanenza,
la natura abbacinante di deserto
[…E sulla neve pallida
una immensa nube di cupo rame:
il feroce febbricitare,
e quella strana abitudine alla morte]

Annunci

Una Risposta

  1. Ringrazio tanto per la lettura Giovanni Baldaccini.
    Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: