“E FU FUNESTO “- poesia del 22-06-2009 [ repost]


…” Ma non c’era bisogno di sangue…”
– le dissero…

E fu funesto invece,
quell’ammaloramento,
 il terrore psichico
della desolata terra
la rifrazione fragile
del misterium iniquitatis
Cominciava- allora
quella ascesa glaciale,
Continua a leggere

Annunci

TUTTI QUEI DESERTI ROVENTI


Nella luce cruda dell’alba
( nei deserti roventi)
era scaduto il tempo vincolato,
faceva ora la scoperta dei recessi;
enormi ninfee galleggiavano mostruose,
e tutto era inconsueto , troppo dolce, troppo grande… Continua a leggere

NEL MEDICARE LA PIAGA, QUELLA FERITA RIARSA


” E venne la notte,
le stelle cominciarono a accendersi:
lo pensavo ancora più fragile,
un grande cristo nero e sanguinante
che prendeva tutta una parete…”

Ai limiti della allucinazione
– come aspettando una rivelazione-
attendeva ciò che la sovrastava,
nel medicare la piaga
una ferita riarsa,
quel nocumento,
l’Indistruttibile come un amore rifiutato, Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: